Recensione Il tempo dei primi – The Spacewalker

Voto:

La storia della prima passeggiata spaziale

Il tempo dei primi è un film di Dmitrij Кisseliov del 2017 che racconta la storia dell’astronauta Aleksej Leonov, primo uomo ad effettuare una camminata spaziale.

La pellicola racconta le vicende dell’addestramento e della missione che porterà Leonov e il suo compagno cosmonauta Pavel Beljaev in orbita intorno alla Terra e fuori dalla navicella Voshod 2, per la prima attività extraveicolare nella storia.

Il film ci introduce agli scenari della corsa allo spazio, un periodo di forte tensione tra Usa e Unione Sovietiva. In questa atmosfera tesa si svolge l’impresa di Leonov, una missione considerata suicida per molti, proprio perché richiese innovazioni tecnologiche che si credevano impensabili per l’epoca. La sola creazione del primo Airlock per permettere al cosmonauta di uscire e rientrare nella capsula senza depressurizzare la cabina della navicella fu una delle sfide ingegneristiche più difficili da superare.

La pellicola ritrae efficacemente le difficoltà e i pericoli che i due cosmonauti furono chiamati ad affrontare durante la missione, una serie di gravi avarie che in più occasioni misero a rischio la vita dei protagonisti e il successo dell’impresa. La sequenza di problemi ricorda per similitudine la sfortuna che perseguitò la missione statunitense Apollo 13.

Il tempo dei primi dura più di 2 ore e si segue con piacere grazie ad una regia e a un montaggio efficaci. Alla fine la pellicola ci consegna il ritratto di Aleksej Leonov, un “Top Gun” ambizioso e avventato ma che seppe anche dar prova di sangue freddo e grande capacità nelle situazioni più difficili.

Il film è arricchito da alcune sequenze particolarmente suggestive, come la partenza del razzo Soyuz durante una nevicata, o le incredibili immagini della Terra viste da Leonov durante la passeggiata spaziale.

Consiglio il film a quanti vogliano saperne di più sulla storia dell’esplorazione spaziale dalla prospettiva sovietica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *