Recensione Star Wars: Episodio III – La vendetta dei Sith

Voto: Scheda film

L’epico finale della trilogia prequel, la caduta di Anakin Skywalker al lato oscuro della Forza

Episodio III – La vendetta dei Sith è un film del 2005 scritto e diretto da George Lucas.

Dopo la sconfitta e l’uccisione del conte Dooku, Anakin e Obi – Wan sono impegnati a catturare il Generale Grevous. La Repubblica è in guerra e il misterioso Signore Oscuro dei Sith trama alle spalle del consiglio dei Jedi per rovesciare il governo e assumere il potere. Anakin nel frattempo è tormentato da un sogno premonitore che gli annuncia la morte della sua amata Padme.

Episodio III è il film che conclude la storia di Anakin Skywalker, il protagonista della trilogia prequel, e introduce Darth Vader ( o Darth Fener nella versione italiana), uno dei personaggi più iconici dell’universo di Guerre Stellari. Vader sarà infatti il principale antagonista della trilogia originale, realizzata da Lucas tra il 1977 e il 1983 con gli Episodi IV, V, VI.

Episodio III è tra i film della trilogia prequel quello più riuscito per diversi motivi.

George Lucas mette in scena ne la vendetta dei Sith i momenti chiave della conversione di Anakin da promettente cavaliere Jedi a Sith Lord. Capiamo meglio le motivazioni della caduta al Lato Oscuro della forza, Anakin cercherà di salvare Padme dalla morte che lui stesso ha previsto in un angoscioso sogno.

Nella situazione di difficoltà Anakin avrà crescenti problemi con il consiglio dei Jedi e si avvicinerà sempre di più a Palpatine, il cancelliere che vede come un mentore e amico. Il rapporto tra i due è costruito bene, con lo sviluppo della vicenda cominciamo a capire le reali motivazioni del cancelliere, la sua brama di potere e in ultimo la sua vera identità di Signore Oscuro. Ian McDiarmid confeziona una buona prova attoriale, conferendo a Palpatine quel carattere manipolatorio e malvagio che vedremo anche nel futuro Imperatore.

Allo stesso modo il rapporto tra Anakin e i Jedi viene approfondito e comprendiamo meglio le contraddizioni dell’Ordine e il disaccordo che sarà uno dei motivi che porterà Anakin a rivolgersi al male.

La Vendetta dei Sith è anche il film che mostra alcune delle scene più epiche di tutta la trilogia prequel, come la sequenza di apertura con la guerra in pieno svolgimento a Coruscant o il duello finale tra Anakin e Obi -Wan nel pianeta vulcanico di Mustafar.

La suggestiva sequenza di apertura, la battaglia su Coruscant

Episodio III tuttavia non è un film privo di difetti e si porta dietro alcuni problemi già visti nei precedenti film della trilogia prequel.

L’eccessivo utilizzo della computer grafica è un problema anche in questo film come nei suoi precedenti. Ne la vendetta dei Sith gli effetti sono amalgamati meglio rispetto ai precedenti episodi, questo è un aspetto positivo. Tuttavia George Lucas tende a creare inquadrature troppo piene di personaggi e astronavi, al punto da disorientare lo spettatore in alcuni casi.

Un altro aspetto negativo è la lunghezza esagerata di alcune scene d’azione, che sono protratte per troppi minuti senza un apparente motivo. Le scene iniziali di Obi – Wan e Anakin sulla nave del generale Grevous sono a tratti noiose proprio perché i nostri protagonisti sono occupati in interminabili momenti action spesso inutili.

Fortunatamente La vendetta dei Sith dedica poco tempo al rapporto tra Anakin e Padme, un aspetto positivo visto quello che ne è stato fatto in Episodio II. Tuttavia nelle scene dove vediamo Anakin e Padme dialogare, ritorniamo ai già noti e fastidiosi scambi di battute de L’attacco dei cloni. La sceneggiatura non è, in ogni caso, il punto forte de La vendetta dei Sith.

Al netto dei pregi e difetti considero La vendetta dei Sith sicuramente un discreto film d’intrattenimento.

In conclusione consiglio Episodio III come film soprattutto a chi sia interessato al finale della storia di Anakin Skywalker e in generale ai fan di Star Wars.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *